Il Mali è uno stato dell’Africa occidentale, un’ex colonia francese sconquassata fino al 2013 da golpi e guerre civili, e sconquassata tutt’ora da fondamentalismo islamico, da gruppi affiliati a Boko Haram e Al-Qaeda e da innumerevoli emergenze sanitarie.
È uno dei Paesi che maggiormente e tristemente alimenta i flussi migratori verso l’Europa (ma che anche è in grado di accogliere famiglie siriane rifugiate), ed è patria di Amadou e Mariam.

amadou & mariam

Amadou & Mariam sono un duo musicale e un duo amoroso: si conobbero negli anni ’70 all’Istituto per Giovani Ciechi del Mali, entrambi ciechi appunto, che pullulava di gente per via del fatto che in Mali i problemi della vista sono in fondo alla lista dei to do, curati con la stessa solerzia con la quale qua si cura un morbillo, e anzi, fu proprio un morbillo mal curato che condusse Mariam alla cecità – non come Bocelli che, ipovedente da bambino, divenne cieco all’Istituto dei Ciechi prendendo una pallonata in faccia mentre faceva il portiere in una partita di calcio di ciechi.
Ma l’amore è più cieco dei ciechi, fatto sta che le loro voci e il loro udito li condussero l’uno verso l’altra, si ascoltarono, si accarezzarono e si innamorarono.
Dal loro amore è nata la canzone che in questi giorni mi fa essere di buon umore la mattina, mi fa pedalare con allegria in bicicletta, mi fa stendere i panni con gioia e mi fa venire voglia di ballare mentre cucino:
Djanfa.
Significa “tradimento”.
A volte sarebbe meglio non andare a cercare i significati su Google Translator.

Entrambe le immagini sono state prese dalla loro Pagina Facebook.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

No comments so far.

Lascia un commento