Sono andata al Maxxi – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo a vedere una mostra di Letizia Battaglia.
Letizia Battaglia è una fotografa e fotoreporter siciliana che ha documentato da vicinissimo, dagli anni ’70, le guerre di mafia in Sicilia, quando un morto per strada era un fatto quasi quotidiano.
Ci sono i volti straziati delle vedove e delle madri, i cadaveri riversi sui marciapiedi, nelle auto, nelle case, i boss mafiosi, Andreotti, il funerale del Generale Dalla Chiesa, e la vedova Schifani, meravigliosa (nella foto sopra).
Ma non solo “la fotografa della mafia. Tra le oltre 350 fotografie, si trovano anche le immagini di corpi, di amici, le foto dei pazienti di un ospedale psichiatrico, poi ci sono Pasolini, Franca Rame e Dario Fo, e i ritratti potentissimi dei bambini dei quartieri popolari di Palermo.

(Letizia Battaglia: Franca Rame alla palazzina Liberty, Milano, 1974)

Io, che di fotografia non ci capisco niente, ci sono rimasta secca.
Allora: le fotografie sono stupende, certo, ma è proprio lei che mi ha lasciata a bocca aperta.
La mostra si chiama Letizia Battaglia. Per pura passione ed è proprio così. Questa donna ha dedicato la propria vita a mostrare, esporre, testimoniare e denunciare la parte più marcia e violenta dell’Italia, una donna che ha anteposto il suo ideale di giustizia alla sua vita tanto da rifiutare la scorta perché avrebbe preferito farsi ammazzare piuttosto che legittimare il terrore della mafia.
Una donna che è anche madre di tre figlie, ex moglie, compagna, militante, politica, editrice e regista.

Certo, è una mostra e ci fan vedere solo quello che vogliono, ma questa Letizia Battaglia sprizza passione da tutti i pori, in ogni cosa che fa, in ogni suo gesto e in ogni sua parola. Mi sembra una di quelle persone che se c’inciampi contro, un po’ ti cambia, perché poi fare le solite faccende svogliatamente e senza scopo, beh insomma…
Non tutti siamo destinati alla gloria museale, ma insomma, cerchiamo di metterci passione oggi, nelle piccole cose, nel lavoro, nelle idee, nei pensieri, negli sguardi, negli abbracci e nei baci, con le spalle bene aperte e senza aver paura di andare a sbattere, come Letizia Battaglia.

(Roma, Museo del Maxxi 23 11 2016, Inaugurazione mostra LETIZIA BATTAGLIA. PER PURA PASSIONE, ©Musacchio & Ianniello)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

No comments so far.

Lascia un commento