Se c’è una cosa per cui amo l’estate, di certo, è l’insalata di riso.

L’estate è proprio una bella stagione: il mare, il sale, il sole, il sudore, l’afa, l’umidità … ok, ok. Diciamo che ha i suoi lati positivi e quelli negativi.
Ecco, tra i lati positivi, ci metto il gelato, il fare la lucertola al sole sulla sabbia e poter preparare quei 7/8 etti di insalata di riso che ti risolvono il pranzo del sabato, quello a mare della domenica e pure quello del lunedì in ufficio (che portarsi in ufficio la tiella di riso, patate e cozze, pare brutto!).
L’insalata di riso ti risolve tutti i problemi perché l’unica cosa che devi cuocere è il riso, il resto lo schiaffi tutto a crudo.
I sottaceti? Crudi.
Qualche carciofino sott’olio? Crudo, ovviamente!
Tonno? Ehhhhh quello crudo che più crudo non si può! Si trova in pratiche scatolette di metallo…

Tutto fresco, freschissimo, metti nel piatto (o nel portapranzo), forchettina e via: puoi mangiarla comodamente in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi!

Ma veniamo a cose serie, vi do un paio di idee su come preparare l’insalata di riso #nostress!

1. Modello base: apri il barattolo di condimento per riso, lo scoli e lo schiaffi nel riso sbollentato. Buon pranzo!

2. Modello “devo svuotare il frigo”: avanzo di condimento per riso, avanzo di olive, avanzo di tonno, avanzo di bohnonlosomacelomettolostesso.

3. Modello “un c’ho voglia di fare niente”: riso, pomodorino tagliato a metà, cucchiaiata di maionese e tonno in scatola sgocciolato maneanchetanto.

4. Modello “mangia che devi crescere”: pomodoro, tonno, uovo sodo, polpettina del giorno prima, giardiniera, funghetti e olive.

5. Modello “suderò tantissimo ma non mi importa”: riso semi integrale, zucchine grigliate, melanzane alla piastra, pomodorino confit.

La verità è che l’insalata di riso è un po’ come le polpette: ci puoi mettere tutto quello che vuoi e verrà buonissimo!
L’unica accortezza è quella di scegliere un riso adatto che non scuocia e non si incolli, scolarlo bene e metterlo sotto l’acqua corrente per lavare via l’amido. Poi, occorre aggiungere un filo d’olio per impedire ai chicchi di incollarsi tra loro.

E voi l’insalata di riso come la fate? Scrivetecelo in un commento!

Se invece cercate altre gustose ricette, guardate qui.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

No comments so far.

Lascia un commento