Oggi è il Kissing Day, la giornata mondiale del bacio. Simbolo dell’amore, ma anche di affetto e intimità tra due persone, viene celebrato in tutto il mondo proprio il 6 luglio. E giuro, io non lo sapevo.

La Giornata Mondiale del Bacio viene celebrata in commemorazione del bacio più lungo della storia, un bacio che è durato 58 ore, 35 minuti e 58 secondi che si sono scambiati Thai Ekkachai e Laksana Tiranarat, una coppia tailandese che partecipò ad un concorso per battere il record mondiale. Così, ogni anno, vengono organizzate in molte località varie iniziative per celebrare questa giornata: dai flash mob agli appuntamenti virtuali o in piazza, dalle iniziative di marketing ai concorsi e giochi pubblici per battere il record.

Non solo, ’intenzione di questa festa è risaltare il valore del bacio come espressione di intimità fisica ed emotiva, il giorno ideale per ricordare di baciare di più e non avere paura di dimostrare l’affetto che proviamo per gli altri, uno dei più bei gesti dell’umanità. Ora, di giornate mondiali ne nascono come funghi ogni secondo e sinceramente mi fa un po’ tristezza pensare che si debba ricordare alle persone l’importanza del baciarsi con chi si vuol bene. Festeggiare però fa sempre bene e anche – detto alla milanese – limonare duro.

Quanti baci diamo? Gli italiani sono tra i più assidui baciatori: in media il 75% della popolazione si dedica al bacio più volte durante la settimana, mentre il dato scende al 56% quando si parla della popolazione mondiale. Ma secondo alcune stime, si buttano via sei mesi allo smartphone mentre soltanto due sono in media le settimane dedicate a baciarsi.  Decisamente troppo poche: possiamo fare di meglio. Per cui oggi non perdere tempo e baciatevi a più non posso. Per dare un bacio muoviamo ben 29 muscoli facciali, stimoliamo la produzione di endorfine e bruciamo più di 20 calorie: ecco perché è un gesto che non solo comunica amore ma fa soprattutto bene, al corpo e allo spirito.

E per amare i baci servono più di tutto. 

 

Non si può amare solo con la voglia di amare.
Con il voler amare.Con il voler restare.
Con il crederci.
Con io lo amo.
Perché poi non basta.
Non regge.
L’amore non basta per amare.
Bisogna che ci sia la storia, per amare.
La vita, per amare.
Non bastano le parole, per amare.
Neanche quelle giuste, bastano.
Neanche le parole d’amore bastano per amare.
Dobbiamo fare una passeggiata.
Dobbiamo cenare insieme.
Leggere un giornale.
Andare a fare la spesa.
Fare una cosa insieme.
Che sia nostra.
Che siamo noi.
Io e te.
Non basta fare sesso per fare l’amore.
Anzi.
Ci vogliono i baci.

(Mauro Leonardi)

FacebookTwitterGoogle+Condividi

No comments so far.

Lascia un commento