Viva le priorità, abbasso le aspettative!

È con questo mio personalissimo mantra degli ultimi mesi che voglio iniziare questo ritorno di Pollyanna.it, che è anche una sorta di mea culpa.

Avremmo voluto tornare a scrivere a ottobre e poi a inizio gennaio, ma la vita ci ha travolto. In senso letterale. Perché Edoardo e Eva, i nostri bimbi, hanno giustamente e meravigliosamente stravolto tutto e cancellato il tempo per come lo conoscevamo. I neonati fanno anche questo: ti regalano il presente assoluto. Il qui ed ora. Ed ecco che la mente piena all’improvviso si svuota, le priorità vengono riscritte e ti ritrovi con un semplice e concretissimo essenziale.

È un bel regalo sotto tanti punti di vista, non c’è che dire.

Soprattutto ti insegna una grande verità: le aspettative sono una fregatura totale.

Se ci pensiamo bene infatti “aspettare” significa avere la certezza che qualcosa stia per accadere. E la verità è che uno questa certezza il 90% delle volte non ce l’ha. Non solo, la sicurezza cieca di qualcosa di certo in procinto di avverarsi distoglie dalla reale percezione di cosa stia succedendo e così finisce che non ci godiamo il presente e ci sentiamo in colpa (o rimpiangiamo) quello che non è successo.

“Ecco, questo dev’essere il preludio della felicità, questo è solo l’inizio e d’ora in poi crescerà sempre di più! Non mi ha sfiorato l’idea che non fosse il preludio. Era quella la felicità. Era quello il momento. Era quello.”

Così recitava Meryl Streep in The Hours e in questi mesi a volte mi è tornato in mente. La verità è che sia io che Tieta dopo grandi aspettative in cui ci siamo immaginate  stanche, ma serene, a scrivere vivendoci i primi mesi dei nostri bimbi ci siamo rese conto che non era possibile. Almeno per noi. E quindi ci siamo eclissate per un po’.  Per goderci il presente, la felicità, il momento, la priorità assoluta della vita. Sono sicura che potete capire.

Ebbene, Pollyanna.it da oggi torna davvero operativa anche se un po’ più a rilento rispetto allo scorso anno, a meno che qualcuno non voglia darci una mano a far diventare Pollyanna.it il nostro lavoro o farci capire come si potrebbe fare.

Buondì dunque a tutti voi. Senza aspettative, con una priorità: la felicità. A D E S S O.

P.S. Lettura breve: non dormendo una sega nulla da mesi non siamo riuscite a scrivere una riga. Ora si spera di farcela. Che qualcuno si faccia avanti e ci dia una mano. Grazie.

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi

No comments so far.

Lascia un commento