When it comes to living a long life, Italy is the place to be“.

Inizia così l’articolo di “Bloomberg Global Health Index” che espone la classifica dei paesi più sani al mondo: l’Italia al primo posto su 163 grazie a una popolazione in salute con un’aspettativa di vita di trent’anni superiore al paese a cui tristemente tocca l’ultimo posto, la Sierra Leone (80 anni noi, 52 loro).

Dobbiamo il nostro primato alla Dieta Mediterranea, ricca di verdure, prodotti freschi, carne e pesce, e di prezioso olio di oliva – un potente antiossidante naturale – e al nostro sistema sanitario nazionale, che nonostante degli obiettori, funziona molto bene e garantisce un elevato (eccessivo, sempre secondo Bloomeberg) numero di medici disponibili. Quest’ultimo dato è evidenziato dal fatto che la la sitcom più longeva in Italia sia Un medico in famiglia (fonte Bloomeberg). Seguono l’Italia: Islanda, Svizzera, Singapore, Australia, mentre gli Usa si aggiudicano 34/mo posto. Certo, quelli sono solo occupati a mettersi le corna, come testimonia Beautiful, la serie più longeva oltreoceano (fonte Tieta Madia).

Tutta questa eccellenza nonostante la crisi in cui versiamo, lo stagno in cui siamo impantanati da decenni, il 40% di disoccupazione giovanile e un debito pubblico tra i più alti al mondo.

Siamo comunque più in forma di canadesi, americani e inglesi che soffrono di alta pressione, colesterolo abbondante e disturbi psichiatrici (e non hanno nemmeno tutti i medici che abbiamo noi).

E allora avanti così, se c’è la salute c’è tutto si dice nel nostro bel e sano paese, cerchiamo anche però di vivere questi 80 anni sulla Terra in modo consapevole, altruista e guardando un po’ meno Un medico in famiglia e un po’ di più gli altri.

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi

No comments so far.

Lascia un commento